Il Redentore a Venezia (edizione 2020)

Il Redentore è una ricorrenza molto sentita dai cittadini lagunari. Il Redentore a Venezia (edizione 2020) subirà però delle grosse limitazioni a seguito dell’emergenza COVID19, pertanto non si vedranno i tradizionali fuochi d’artificio animare il bacino San Marco. Conseguentemente, non saranno nemmeno presenti le centinaia d’imbarcazioni affiancate l’una all’altra che facevano del bacino San Marco una sorta di ristorante/discoteca/locale galleggiante. Ognuno a bordo della propria barca, o “topi” noleggiati da gruppi di ragazzi per festeggiare questa magica serata, si cena e si ammirano i fuochi d’artificio che, intorno alla mezzanotte, illuminano la laguna e la splendida piazza San Marco.

Il redentore a Venezia (edizione 2020)
La chiesa del Redentore (Foto: Archivio personale)

Cos'è il Redentore

Il Redentore, come già detto prima, è una ricorrenza molto sentita dai veneziani. Ma perché? Perché ricorda la liberazione dalla peste che flagellò Venezia dal 1575 al 1577, decimando più di un terzo della popolazione della città. Per ordine del Senato veneziano, fu eretta la chiesa del Redentore, straordinaria opera del Palladio, quale ex voto per la liberazione della città dalla terribile pestilenza. Inoltre, venne anche installato un ponte votivo sul canale della Giudecca, operazione ancor’oggi in vigore per consentire il pellegrinaggio verso la chiesa del Redentore. Seguì poi un’altra terribile pestilenza, nel Seicento, il cui voto di ringraziamento fu la costruzione della basilica della Salute (leggi l’articolo)

Il Redentore a Venezia (edizione 2020)

Ma cos’è successo quest’anno?

Beh, come ben sapete molte feste, sagre, eventi sono stati cancellati per l’emergenza coronavirus. Tra queste, ovviamente, anche la festa del Redentore. Per evitare assembramenti? Sì, è probabile. Lo spettacolo dei fuochi d’artificio richiama sempre molti visitatori che si ammassano sulle rive per ammirarlo. Si ammassano, letteralmente. Perciò niente fuochi, niente feste “galleggianti” in bacino San Marco, ma benvenute tavolate! Al massimo di diciotto persone, eh, occhio a non sgarrare.

E non solo, con queste regole ben precise:

  • devi essere residente
  • e posizionarti nei pressi di casa tua
  • e anche far domanda alla Polizia Locale e c’è ancora tempo fino a domani 17 luglio 2020
  • bisogna sbaraccare tutto entro l’una di notte (nella notte tra sabato e domenica)
  • attenzione alle dimensioni dei tavoli!

 

E la festa?

Se per assistere ai fuochi d’artificio si dovrà aspettare il Redentore 2021, il Redentore a Venezia (edizione 2020) riserva comunque intrattenimenti e la maggior parte delle tradizioni saranno rispettate. 

Venerdì 17 aprirà il ponte votivo alle ore 20.30, accessibile fino alla mezzanotte di domenica 19 luglio.

Sabato e domenica, la Giudecca e le Zattere daranno spettacolo con le bellissime luminarie che ne adorneranno le rive.

Sabato, dalle ore 19 alle ore 23, in Canal Grande e in Bacino San Marco l’intrattenimento musicale navigherà con le Galleggianti del Redentore, quattro imbarcazioni con a bordo il meglio della musica Veneziana.

E per permettere a coloro in barca di assistere agli spettacoli, in Canal Grande sarà consentito l’ormeggio lungo le rive pubbliche, garantendo il distanziamento tra i natanti, la distanza a bordo, e la sicurezza della navigazione. Contemporaneamente, ci sarà una serie di concerti diffusi nei vari campi e campielli, in collaborazione con gli esercenti dell’AEPE: 

  • RISTORANTE NEVODI Castello 1788 (Via Garibaldi)
  • H2 NO San Polo 1105 (campo San Silvestro)
  • RISTORANTE AL COLOMBO San Marco 4619 (Calle del Teatro)
  • RISTORANTE OGIO Cannaregio 1037 (Fondamenta Cannaregio)
  • RIST. RIVIERA DEL LEON Castello 4153 (Riva degli Schiavoni)

La tradizionale regata

Immancabile la Regata del Redentore che si svolge annualmente lungo il Canale della Giudecca dalle 15.30 alle 18.30 circa.

Si presentano tutti i campioni del remo presenti in laguna essendo una tappa che fa parte del calendario competitivo della voga veneta in città. Gareggeranno pupparini e gondole.

Il trasporto pubblico locale

Normalmente il trasporto pubblico durante la festa del Redentore subisce grosse limitazioni. Anzi, stravolgimenti. Puntualmente vengono pubblicate le variazioni delle linee che, però, quest’anno, per il Redentore a Venezia (edizione 2020) saranno veramente poche, pochissime. Infatti, le modifiche al servizio interesseranno solamente la linea 17, ossia il ferry-boat che collega il Tronchetto al Lido, e viceversa.

Le modifiche al trasporto pubblico sono consultabili a questo link 

Il redentore a Venezia (edizione 2020)
La chiesa del Redentore dal vaporetto di linea 2 (Foto: Archivio personale)

Rispondi