Le Gallerie dell’Accademia

Le Gallerie dell’Accademia sono facilmente raggiungibili con i vaporetti di linea 1 e linea 2 (leggi qui informazioni e prezzi dei vaporetti) La fermata, denominata “Accademia”, si trova ai piedi dell’omonimo ponte e proprio nei pressi delle Gallerie. Fortunatamente, le Gallerie hanno riaperto il 26 maggio, ad emergenza COVID terminata. Il museo è aperto da martedì a domenica dalle 8.15 alle 19.15. Il lunedì è il giorno di chiusura settimanale (maggiori info).

Le Gallerie dell’Accademia custodiscono la più importante collezione di pittura veneta dal Trecento al Seicento. La loro origine è strettamente connessa alle vicende politiche dei primi dell’Ottocento, quando Venezia entrò a far parte del Regno Italico creato da Napoleone. Si raccolsero oggetti d’arte che sfuggirono a vendite e dispersioni, depositati presso l’Accademia a scopo didattico: dovevano servire, infatti, “a chi si esercita a dipingere”.

Dalla sede originaria del Fonteghetto della Farina, l’Accademia si trasferì in un complesso di edifici molto diversi tra loro. Tre erano gli edifici, il convento dei Canonici Lateranensi, la chiesa della Carità e la Scuola della Carità, una delle sei Scuole Grandi di Venezia (da cui prende anche il nome il campo ospitante gli edifici).

Gallerie dell'Accademia

La prima apertura al pubblico delle Gallerie

Il 10 agosto 1817 si aprì per la prima volta, seppur per un breve periodo. I visitatori risposero numerosi, sebbene le opere osservabili fossero poche, per lo più donate dagli accademici e alcune, invece, appartenenti alla Scuola Grande della Carità. Verso la metà dell’Ottocento, la collezione si ampliò, anche grazie all’imperatore Francesco Giuseppe che acquistò dalla galleria Manfrin dipinti notevoli. Alcuni esempi? Il San Giorgio del Mantegna, il Ritratto di Giovane di Hans Memling e La Vecchia di Giorgione.

Poi, nel 1895, si mise ordine alla pinacoteca secondo una successione cronologica. A quel tempo, la pinacoteca era sotto la direzione di Giulio Cantalamessa che fece in modo che il museo si configurasse come importante raccolta di pittura veneta. Inoltre, la collezione si arrichì ancora grazie all’acquisizione di altre opere. Tra di essere figuravano la Madonna col Bambino di Cosmè Tura, la Sacra Conversazione di Palma il Vecchio e due opere giovanili del Tiepolo.

Nel 1905 arrivò un nuovo direttore, Gino Fogolari, che si dedicò soprattutto all’incremento delle opere. Le Gallerie entrarono infatti in possesso della Crocifissione di san Pietro di Luca Giordano, del Convito in casa di Simone di Strozzi e.. udite udite, della Tempesta di Giorgione.

Durante la guerra

Sotto la direzione di Vittorio Moschini, nel 1941, si iniziò un complesso lavoro di ristrutturazione che si completò nel 1960. Successivamente, tra il 1961 ed il 1967, il direttore Francesco Valcanover, provvide a tutti quei lavori legati alla sicurezza, come l’impianto antincendio ed antifurto. Inoltre, Valcanover rivendicò coraggiosamente una trentina di opere recuperate dalla Germania e altri paesi. Tali opere erano rimaste in deposito a Firenze, presso palazzo Pitti ma purtroppo solo otto giunsero alle Gallerie dell’Accademia. Un numero ben sotto le aspettative!

Le opere delle Gallerie dell'Accademia

Le opere delle Gallerie dell'Accademia

Indice degli artisti e delle opere

Alberegno, Jacobello

  • Polittico dell’Apocalisse

Basaiti, Marco

  • Vocazione dei figli di Zebedeo

Bassano, Jacopo da Ponte detto

  • Adorazione dei pastori
  • San Girolamo

Bellini, Gentile

  • Miracolo della reliquia al ponte San Lorenzo
  • Processione in piazza San Marco

Bellini, Giovanni

  • Allegorie
  • Madonna col Bambino e sante
  • Madonna col Bambino, Battista e una santa
  • La Madonna degli alberetti
  • Pala di San Giobbe

Bellotto, Bernardo 

  • Il rio dei Mendicanti e la Scuola di San Marco

Bordon, Paris

  • La consegna dell’anello al Doge

Canaletto, Giovanni Antonio Canal detto il

  • Capriccio con rovine e Porta Portello a Padova
  • Prospettiva con portico

Carpaccio, Vittore

  • Arrivo degli ambasciatori
  • Il sogno di Sant’Orsola
  • Incontro e partenza dei fidanzati
  • Miracolo della reliquia al ponte di Rialto

Carriera, Rosalba

  • Autoritratto
  • Ritratto di bambina con bussolà

Cima da Conegliano, Giovanni Battista Cima detto

  • Madonna dell’arancio

Fetti, Domenico

  • Meditazione

Galgario, Fra’, Vittore Ghirlandi detto

  • Ritratto del conte Giovanni Battista Vailetti

Giambono, Michele

  • Incoronazione della Vergine in Paradiso

Giordano, Luca

  • Crocifissione di san Pietro

Giorgione, Giorgio Zorzi detto il

  • La tempesta
  • La vecchia

Guardi, Francesco

  • Il bacino di San Marco, San Giorgio e la Giudecca
  • Incendio del deposito degli oli a san Marcuola

Guardi, Giovanni Antonio

  • Erminia e Vafrino si imbattono in Tancredi ferito

Jacobello del Fiore

  • Trittico

Longhi, Alessandro

  • La famiglia del procuratore Luigi Pisani

Longhi, Pietro Falca detto

  • Il farmacista
  • Il sarto
  • Lezione di danza

Lotto, Lorenzo

  • Ritratto di giovane gentiluomo nel suo studio

Maffei, Francesco

  • Perseo mozza il capo a Medusa

Mansueti, Giovanni

  • Episodi della vita di San Marco

Mantegna, Andrea

  • San Giorgio

Marieschi, Michele

  • Capriccio con edificio gotico e obelisco

Memling Hans

  • Ritratto di giovane

Paolo Veneziano

  • Polittico

Piazzetta, Giovanni Battista

  • L’indovina

Piero della Francesca

  • San Girolamo e un devoto

Pordenone, Giovan Antonio de Sacchis detto il

  • Il beato Giustiniani con due canonici e santi

Ricci, Marco

  • Paesaggio con torrente, monaci e lavandaie

Ricci, Sebastiano

  • Diana e Callisto
  • Il sogno di Esculapio

Savoldo, Giovan Gerolamo

  • I santi Antonio abate e Paolo eremita

Sebastiano del Piombo, Sebastiano Luciani detto

  • I quattro santi

Strozzi, Bernardo

  • Convito in casa di Simone

Tiepolo, Giambattista

  • Ratto di Europa
  • San Giuseppe con Gesù Bambino e santi
  • Scoperta della Vera Croce e sant’Elena
  • Trasporto della casa di Loreto

Tiepolo, Giandomenico

  • Apparizione dei tre angeli ed Abramo

Tintoretto, Jacopo Robusti detto il

  • Il procuratore Jacopo Soranzo
  • Madonna dei Tesorieri
  • San Luigi, san Giorgio e la principessa
  • San Marco libera uno schiavo
  • Trafugamento del corpo di san Marco

Tiziano Vecellio

  • Madonna col Bambino
  • Pietà
  • Presentazione di Maria al tempio
  • San Giovanni Battista

Traversi, Gaspare

  • Il ferito

Tura, Cosmè

  • Madonna col Bambino

Veronese, Paolo Caliari detto

  • Allegoria della battaglia di Lepanto
  • Annuncazione
  • Convito in casa di Levi
  • Sposalizio di santa Caterina

Clicca le immagini sottostanti per consultare gli articoli specifici delle opere delle Gallerie dell'Accademia suddivise in tre secoli

Jacobello del Fiore
Opere del Quattrocento
Le opere delle Gallerie dell'Accademia del Cinquecento Giovanni Bellini - Pietà
Opere del Cinquecento
Francesco Guardi - Incendio al deposito degli oli a San Marcuola
Opere del Sei-Settecento

3 Pingbacks

Rispondi